Il Partner – John Grisham

Il romanzo che mi ha appassionato in questi ultimi giorni, e di cui parlerò oggi è : Il Partner di John Grisham, pubblicato da Arnoldo Mondadori Editore.

La storia (come al solito, tranquilli niente spoiler).

Patrick Lanigan muore in un tragico incidente stradale, compianto dai colleghi dello studio legale di Biloxi dalla moglie e dalla figlioletta Ashley Nicole. Pochi mesi dopo la sua prematura scomparsa, allo studio legale viene sottratta una cifra che ha dell’incredibile: 90 milioni di dollari.

E’ l’inizio di una caccia all’uomo eseguita in tutti i più remoti angoli della terra da i più abili tra gli investigatori.

Quando alla fine lo trovano è l’inizio della fine, deve confessare dove sono i soldi, tutti quei soldi, e i derubati non hanno certo compassione di chi li ha presi per il naso così abilmente.

Tra processi, accuse gravi, tra cui l’omicidio di grado, John Grisham dimostra un’abilità fuori del comune nel mantenere alta la suspence con continui colpi di scena e rivelazioni, che posso garantire, vi terranno incollati alle pagine del romanzo fino alla fine.

Grisham, perchè?

Quando ho iniziato a leggere i romanzi di Grisham, ero spinto dal desiderio di buttarmi in romanzi, piuttosto complessi e articolati, nella speranza che mi durassero un’intera estate, in modo che avessi di che leggere sotto il cocente sole ligure di Agosto; purtroppo, si fa per dire, ho scoperto che il maestro e l’inventore del legal thriller ha scritto dei romanzi assolutamente avvincenti, che mi duravano a mala pena pochi giorni, dal momento che me li bevevo mooolto rapidamente.

Un uomo in fuga: ma da cosa?

Patrick Lanigan, è un uomo in fuga, che scappa dalla sua vita; ma attenzione, la sua vita è a dir poco perfetta: avvocato di successo di un piccolo ma redditizio e ben posizionato studio legale della Costa, sposato con una moglie dal fisico da indossatrice e con una figlia che lo adora. Ma allora da cosa fugge? Patrick vive una vita che non sente sua, desidera scappare, andare in un posto in cui nessuno lo conosce, perdersi in una folla di persone, avendo la certezza che nessuno sa dove lui è in realtà. A volte capita, nella vita di tutti i giorni di arrivare ad un punto che si desidera che tutto si azzerasse, di ricominciare da qualche parte, su una spiaggia inondata dal sole o sulla cima di un monte; quasi sempre, passato lo sconforto del momento,  tutti noi riprendiamo la vita di prima, alcuni rassegnandoci a vivere a metà altri scegliendo di combattere, ma Patrick no.

Lui fa quello che tutti vorrebbero fare e lo fa alla grande: finge la sua morte, fugge e si ruba 90 milioni di dollari.

Grisham racconta con un certo tocco di ironia, come tutti gli avvocati che conoscevano Patrick, se la ridano sotto i baffi, quando scoprono la sua grande truffa e di come lo invidiano: lui ce l’ha fatta.

Questo romanzo parla di fiducia e della necessità di condividere.

Tutti quei soldi non servono a nulla, se non ti puoi fidare di qualcuno, se non puoi condividerli con una persona, una donna, di fiducia; questo è l’unico desiderio che può avere una persona che possiede tutto? Se davvero ti puoi fidare completamente di qualcuno, allora hai davvero qualcosa: che valore ha la possibilità di fidarsi ciecamente di qualcuno? Patrick lo sa.

 

Webb Mast